10 propositi montessori per il 2021

10 Propositi Montessori per il nuovo anno

Gli ultimi giorni dell’anno sono sempre ottimi per lasciare un po’ di spazio a riflessioni e buoni propositi per il futuro. Il 2020 ci ha insegnato ad essere più resilienti di quanto potessimo immaginare e ci ha offerto un’opportunità preziosa per passare del tempo con la nostra famiglia a stretto contatto e per rinforzare a distanza un senso di gratitudine per le persone che amiamo.

Di seguito mi piacerebbe condividere le mie riflessioni su quelli che potrebbero essere 10 propositi Montessori per il 2021:

  1. Riordina – Il metodo Montessori supporta il bambino a navigare attraverso le sue scoperte in un’ambiente ordinato. L’ordine esterno supporta infatti il bambino a creare un ordine interiore e favorisce lo sviluppo di nuovi concetti ed idee. Per creare uno spazio a casa che possa aiutare tutta la famiglia parti eliminando tutto ciò che c’è di superfluo. Scopri di più relativamente a questo approccio minimalista leggendo “il magico potere del riordino” (https://konmari.com) e “Minimalism: Live a Meaningful Life” (https://www.theminimalists.com).
  2. Organizza creando una routine – Nelle classi Montessori il bambino acquisisce con il tempo autonomia attraverso la ripetizione di routines che consentono non solo di sentirsi sicuro all’interno dell’ambiente ma anche di sentirsi in controllo. I bambini non hanno una concezione del tempo come la nostra e dunque la creazione di routines supporta ad acquisire consapevolezza e capire il susseguirsi degli eventi all’interno di una giornata, di una settimana, di un mese e di un anno. Le routine aiutano anche il bambino ad imparare buone abitudini come lavarsi le mani prima di una merenda o riordinare la tavola una volta finito. Leggi articolo “Le routine della mattina” scritto da Raffaella Rossi (https://montessoripercrescere.com/le-routine-della-mattina/)
  3. Contatto con la natura – Passare del tempo a contatto con la natura dovrebbe essere fondamentale tanto quanto bere, mangiare e dormire. I bambini immersi nella natura possono non solo sviluppare tutti i loro sensi, ma creare un rispetto per la natura. Lasciare il tempo ai bambini di guardare il cielo, osservare le foglie, parlare delle stagioni, ammirare gli animali che si muovono, saltare nelle pozzanghere, annusare i fiori, raccogliere piccoli tesori (pietre, rametti, foglie cadute) lasciandosi guidare dai loro ritmi. Per saperne di più leggi “I Bambini e l’Ambiente Secondo il Metodo Montessori” di Grazia Honegger Fresco (https://www.macrolibrarsi.it/autori/_grazia_honegger_fresco.php).
  4. Risorse naturali – I materiali nelle classi Montessori sono preziosi e ricercati, ogni oggetto crea una connessione con il bambino che stimola una diversa percezione sensoriale. In un mondo che vuole trasformare tutto in plastica e raggiungibile con un click diventa interessante fare un passo indietro e supportare i bambini a scoprire la meraviglia nascosta in una foglia, la fantasia dei colori, e supportarli ad usare la loro immaginazione per creare al posto di offrire un prodotto finito. Incentivando l’uso del legno, la ceramica, fiori freschi, scatoline pregiate.
  5. Osserva e rifletti – Le insegnanti Montessori utilizzano costantemente un diario di bordo per raccogliere informazioni durante la giornata con i bambini. Per esempio, cose interessanti che i bambini hanno detto o fatto, attività con le quali si sono concentrati o deconcentrati, aree su cui lavorare, osservazioni relativamente all’ambiente classe, riflessioni personali ed argomenti da approfondire. Per i genitori sarebbe interessante tenere un piccolo diario sempre a portata di mano su cui scrivere parole chiave su cui riflettere successivamente. Immaginatevi una piccola lista della spesa dove anziché scrivere gli ingredienti per la cena potreste annotare osservazioni relative ai vostri bambini e i vostri pensieri.
  6. Tempo di qualità – Per creare una connessione con i vostri bambini l’ingrediente fondamentale è il tempo, assicurandovi di avere almeno 30 minuti tutti i giorni da dedicare al gioco libero. Lasciate che siano i vostri bambini a guidare il gioco, facendo decidere a loro i ruoli e le regole. Eliminando dispositivi elettronici per lasciare spazio solo alla creatività e al potere dell’immaginazione – adottando il principio fondamentale del metodo Montessori “Segui il bambino”.
  7. Gratitudine – Una parola meravigliosa di cui spesso ci dimentichiamo il potere. I bambini imparano attraverso l’osservazione del mondo circostante e quindi imparano guardandoci ed ascoltandoci. Più consapevolezza e gratitudine potrebbero supportare i nostri bambini ad imparare la gentilezza ed apprezzare semplici ma preziosi momenti durante la giornata come un pranzo in famiglia, una passeggiata nella natura, una momento di coccola prima di dormire. Verbalizzando i nostri pensieri di gratitudine potremmo incoraggiare i bambini ad imparare il potere di un “grazie”.
  8. Mangiar sano – Tutti i giorni abbiamo la possibilità di promuovere pasti sani offrendo alla nostra famiglia cibi salutari che favoriscano una dieta bilanciata. Il momento dei pasti e della loro preparazione può diventare anche un’ottima occasione per esplorare la natura, i suoi colori e le sue forme, parlando con i bambini dell’origine della frutta, della verdura, dei cereali, portando consapevolezza sui paesi in cui questi vengono coltivati e dei benefici che portano al nostro corpo. Nelle scuole Montessori i bambini hanno un’area dedicata alla merenda, accessibile in ogni momento, dove autonomamente possono lavare, preparare e mangiare il cibo selezionato per poi riordinare e lasciare lo spazio pulito.
  9. Rispetto ed emozioni – Nei primi anni della loro vita, i bambini imparano le caratteristiche dei rapporti sociali osservando la propria famiglia e queste informazioni creano le basi per tutte le loro relazioni future. Supportare i bambini a comprendere le proprie emozioni ed acquisire consapevolezza delle emozioni altrui incoraggerà l’autostima, l’empatia ed il rispetto reciproco. Nelle classi Montessori i bambini vengono continuamente incoraggiati a rispettare sé stessi, gli altri e l’ambiente circostante.
  10. Condividere – I bambini sono una fonte illimitata d’amore, scoperta, sorpresa, entusiasmo, gioia e divertimento. Che tu sia un genitore o un educatore saprai bene che nonostante questo spesso i bambini possono spingere al limite le nostre risorse di pazienza. In questi momenti è importante condividere queste emozioni con il proprio partner, la famiglia, un’amica, un/a consulente, trovando conforto e studiando le giuste strategie per aiutare a riportare il sereno in famiglia.

Seminate nei bambini buone idee, perché anche se oggi non le comprendono un giorno fioriranno” – Maria Montessori.

Iscriviti al Blog

it_IT

CONTATTAMI

montessori per crescere